lunedì  :  9,30 – 13
mercoledì  :  9,30 – 13
giovedì  :  9,30 – 13 , 14,30 – 18,30

 

La didattica -

filospinato

Il ricordo di Oskar, per non dimenticare

Su iniziativa degli studenti dell’Istituto San Giovanni Bosco con sede a Gazoldo degli Ippoliti e in collaborazione con l’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea e la Fondazione “Pigozzi”, mercoledì 1 febbraio 2017 dalle 9.30 alle 13.00 le classi terze, quarte e quinte incontrano Oskar Tänzer, ebreo tedesco sfuggito nel 1936 con la sua famiglia alla deportazione in Germania e rifugiato in Italia. La testimonianza di Oskar Tänzer è introdotta da Marida Brignani e Marzia Monti.
Dopo la promulgazione delle leggi razziali anche nel nostro paese, nel 1938, fu costretto ad abbandonare Milano e si rifugiò a Bozzolo dove, grazie all’aiuto di don Primo Mazzolari e di alcuni cittadini della località mantovana, riuscì nuovamente a mettersi in salvo. La vicenda è stata raccontata in un documentario Rai sul canale 54 (RaiStoria). La colonna sonora del filmato è costituita dal suono evocativo del “violino della Shoah”, uno strumento appartenuto a una ragazza ebrea, suonato ad Auschwitz e ritrovato dopo anni di oblio, messo a disposizione dalla famiglia cremonese Carutti e dal Comune di Cremona.
In allegato la riproduzione della locandina (750 KB). Taenzer_2017_02_01_GdI

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
cookie policy
Ok